Toccherà all’italo-cilena Antonella Piantini, 26 anni, nella stagione appena archiviata portiere rivelazione del Brixen, completare il roster degli estremi difensori della Jomi Salerno già forte della riconfermata Elisa Ferrari. Piantini prende il posto lasciato vacante da Monika Prünster trasferitasi in Polonia, al Pogon, e in tandem con Ferrari avrà il compito di chiudere a “doppia mandata” la porta delle Campionesse d’Italia in carica. Osservata speciale durante la sua prima stagione in Italia, Piantini ha convinto lo staff tecnico della Jomi e in particolare il preparatore dei portieri Adele De Santis, per la grande fisicità e i buoni fondamentali. Qualità tecniche che hanno indotto il club del presidente Pisapia a puntare forte sulla 26enne italo-cilena attualmente impegnata con la sua Nazionale ai Giochi Panamericani. Cresciuta nel Real Santiago, con alle spalle già 62 presenze nelle selezioni nazionali del suo paese, Antonella Piantini ha accettato con incredibile felicità la chiamata di Salerno. “Arrivare nel primo club italiano è per me un sogno che si avvera, è quanto desideravo fin dal mio approdo in Italia, a Bressanone, club al quale sarò per sempre legatissima e che ringrazio per la grande opportunità che mi ha dato l’anno scorso. Sono molto felice, non lo nascondo – dice Piantini –  per la chiamata della Jomi e aspetto agosto per conoscere le mie nuove compagne di squadre e iniziare gli allenamenti. Darò il massimo dal primo giorno provando ad aiutare la mia squadra a raggiungere i risultati più importanti. Saremo impegnate in Europa e in tutte le competizioni nazionali con l’obiettivo di mantenerci ad altissimo livello, uno stimolo eccezionale per un’agonista quale mi reputo essere”.