FINALE SCUDETTO: SCATTATO IL CONTO ALLA ROVESCIA

Il conto alla rovescia è già scattato. Pochi giorni e di attesa e poi sarà sfida Scudetto. La Jomi Salerno è da tempo concentrata sull’appuntamento avendo conquistato il diritto disputare la sua quinta Finale consecutiva con largo anticipo, non facendo calcoli ma scendendo in campo sempre e soltanto per vincere. Un allenamento alla vittoria che è poi, da anni, la ricetta vincente del plurititolato club salernitano. Ora la sfida più importante e attesa, Gara Uno di Finale Scudetto quella che da sempre orienta l’esito della contesa, la più delicata da un punto di vista psicologico, la più complicata da interpretare. D’accordo che Jomi Salerno e Amatori Conversano si sono affrontate già in diverse occasioni, l’ultima appena sabato, ma è altrettanto vero che ogni partita fa storia a sé e quella di sabato ancor di più. Le salernitane dopo aver condotto in testa tutta la stagione, aver già messo in bacheca la Coppa Italia battendo in una combattutissima ed emozionante finale proprio il Conversano, resetta e rimette tutto in gioco. E’ la regola delle Finali; tutto ciò che di buono e di importante è stato fatto fino ad oggi conta relativamente, al massimo il vantaggio di giocare una eventuale gara di bella ancora tra le mura amiche. “Crediamo di essere pronti alla sfida – dice coach Nasta – dal punto di vista tecnico e atletico siamo pronti a disputare le partite più importanti della stagione. A questo punto bisogna soltanto fare ciò che sappiamo e che abbiamo sempre messo in pratica. Speriamo soltanto di poter essere al gran completo”. Qualche dubbio, infatti, c’è e riguarda la russa Vinjukova sfortunatissima protagonista della gara di sabato scorso. Il potente terzino ha rimediato una fortissima distorsione alla caviglia che ne mette in serio dubbio la partecipazione alla gara. “Una tegola che proprio non ci voleva – argomenta Nasta – aspettiamo ancora qualche giorno prima di decidere per il meglio. Se Natalia non dovesse farcela sono certo che chi scenderà in campo non la farà rimpiangere”.

 

 

Carrello