LA JOMI A SASSARI PER CHIUDERE IN BELLEZZA UN ANNO FANTASTICO

 

Superato anche l’ostacolo Palermo, partita che è servita anche per valutare il processo di crescita delle tante giovani da quest’anno inserite in organico, la Jomi sarà di scena a Sassari per il recupero della gara di campionato non disputata due settimane fa causa l’impegno di Coppa delle Coppe. Gara che nasconde diverse insidie quella che vedrà domani le salernitane di scena sul parquet del mitico PalaSantoru (ore 15), da sempre teatro di gara di formidabili sfide. La Sinergia Sassari non è la squadra che nelle ultime stagioni ha sempre insidiato alla Jomi il trono della più forte d’Italia, anche se molte delle attuali giocatrici del team sardo sono state in passato avversarie di Salerno nel team del presidente Pes che, quest’anno, ha passato la mano. “Non ci fidiamo affatto della classifica della Sinergia – dice coach Nasta – anche perchè nel loro impianto questa squadra è capace di qualsiasi impresa. Non ci fidiamo neanche della pesante sconfitta rimediata sabato scorso ad opera del Conversano, sappiamo bene che contro di noi, il Sassari tirerà fuori l’orgoglio delle tante campionesse in organico”. Ed in verità nelle fila della Sinergia giocano diverse giocatrici che, appena l’anno passato, hanno conteso lo scudetto alla Jomi Salerno fino all’ultimo secondo dell’ultima e decisiva gara di bella: il portiere Monreale, le ali Continui e Onnis ma non solo. Giocatrici di grande esperienza come Cucca, Pastor e Takacs sono avversarie temibilissime. “Ovvio che molto dipenderà dal nostro approccio alla gara. Se saremo molli e poco concentrate – dice il tecnico – ci potrebbe anche scappare la beffa, viceversa potremo tranquillamente centrare il filotto del sesto successo consecutivo. Molto, dunque, dipenderà anche dal nostro rendimento, dalla nostra condotta di gioco”. La Jomi ci tiene a chiudere in bellezza uno straordinario 2013 in quanto quella in terra sarda sarà l’ultima esibizione dell’anno. A causa dell’indisponibilità di Amelia Belotti, in partenza per la Serbia dove disputerà i Mondiali con la Nazionale Argentina, la Jomi non disputerà le ultime due partite in programma a dicembre (a Conversano e Teramo) che recupererà a gennaio. “Anche per questo motivo, non avendo poi più partite da giocare, è importante chiudere in bellezza un anno indimenticabile che ci ha visto primeggiare in tutte le competizioni”.

 

Carrello