LA JOMI RITORNA ALLA PALUMBO. ALLE 16 SFIDA AL CASSANO

A distanza di circa due mesi dalla sua ultima, vittoriosa, esibizione interna (vittoria contro il Palermo), la Jomi Salerno riabbraccia il suo pubblico. Insolita cornice domenicale per il team Campione d’Italia che alle 16 affronterà la sorpresa Cassano Magnago, terza forza del massimo campionato, alle spalle del tandem di testa Conversano-Salerno, e protagonista fino ad oggi di un torneo anche sorprendente per risultati e qualità di gioco. Reduce dalla sofferta ma meritata vittoria di Teramo che le ha riconsegnato la vetta della classifica, la Jomi non può permettersi il lusso di sottovalutare le lombarde. “Sarebbe un errore clamoroso – sottolinea coach Nasta – anche perchè il Cassano ha già dimostrato in altre gare di essere squadra molto agguerrita. Lo ha capito sulla propria pelle proprio il Conversano che in Lombardia è incappato in una sconfitta non pronosticata alla vigilia”. Dunque tensione al massimo tra le salernitane che stanno cercando in questi giorni di ritrovare fluidità e scorrevolezza di gioco. “La lunga sosta non ci ha giovato – continua Nasta – e lo si è visto sia a Conversano che a Teramo a prescindere da quelli che sono stati i risultati. Giocheremo contro Cassano la terza partita in otto giorni, non propriamente una cosa piacevole, ma sono convinto che potremo far bene comunque sul piano del ritmo. Noi abbiamo bisogno di giocare, di metterci sempre alla prova”. L’impegno domenicale ha solo parzialmente mutato il programma di lavoro della Jomi che può contare, per la gara contro Cassano, su tutto il roster. Piccoli acciacchi per Pavlik ed Avram ma nulla di rilevante. “Normali acciacchi – conclude Nasta – ma, ad ogni modo, non mancano le alternative. Abbiamo molte alternative in tutti i ruoli e credo che questo debba rappresentare un punto di forza rispetto a tutte le altre squadre nostre competitor”.

 

 

Carrello