La Jomi Salerno presso il neo Centro Tecnico Federale del Pala Santa Filomena di Chieti, “la Casa della Pallamano Italiana” alza al cielo la quinta Supercoppa della sua storia. La più vincente di sempre, la formazione campana, lo era già diventata col successo dell’edizione scorsa. Il Centro Tecnico Federale di Chieti regala però alle ragazze di Laura Avram la conferma di un posto d’onore nell’albo d’oro Capitan Napoletano e compagne superano, infatti, il Cassano Magnago con il risultato finale di 33 – 17 conquistando il prestigioso trofeo. La partita: Ritmi molto alti sin dalle prime battute del match. Cassano Magnago inizia a giocare a grande velocità e con la rete di Cobianchi si porta avanti di due lunghezze (1 – 3) dopo appena 3′. La Jomi accorcia con Ilaria Dalla Costa a cui replica Gozzi dalla linea dei sette metri (2 – 4). Dopo 10′ in casa salernitana coach Laura Avram manda in campo anche Krnic che fa il suo esordio con la nuova maglia. Romeo realizza la rete del pareggio (5 – 5) poi sale in cattedra il portiere del team campano Elisa Ferrari che con tre difficili interventi nega la gioia del gol alle lombarde. Il sette allenato da Laura Avram si scuote e piazza un break di sei a zero (11 – 5 al 20′), costringendo il tecnico del Cassano Magnago a chiamare il time out. La pausa sortisce gli effetti sperati, Cassano piazza un mini break di 3 a 0 e rientra in gara (11 – 8). L’allenatrice della Jomi Salerno Laura Avram corre ai ripari chiamando il time out. Capitan Napoletano e compagne ritornano in campo con piglio diverso, Ferrari pari il 7 metri a Gozzi poi la Jomi Salerno con Gomez realizza la rete del 14 – 8. Romeo regala il massimo vantaggio alle salernitane a cui risponde Cobianchi. Il primo tempo si chiude con la rete di Ilaria Dalla Costa che fissa il punteggio all’intervallo sul 17 – 10. Nel secondo tempo Romeo realizza per la Jomi Salerno, risponde Cassano con Montoli (18 – 11 dopo 4′). Il sette allenato da Laura Avram non molla la presa, continuando a premere il piede sull’acceleratore. Al 9′ Ferrari pari un sette metri poi Krnic realizza la rete del 21 – 11. Cobianchi non sbaglia accorciando per il Cassano (21 – 12 al 10′). Al 15′ il team campano allunga sino al +11 con Manojlovic che poi realizza anche la rete del +12 per la Jomi Salerno (25 – 13) Capitan Cobianchi, l’ultima a mollare in casa Cassano realizza la rete del 25 – 12. Le lombarde non riescono ad arginare la forza delle salernitane che allungano ancora con Stettler (30 – 16). C’è spazio anche per il portiere Di Giugno al posto di Ferrari, il giovane estremo difensore non sfigura facendosi trovare pronta. C’è gloria sul finale di gara anche per Roberta Motta, altro giovane prodotto della “cantera” Pdo che mette a segno la rete del definitivo 33 – 17. La Jomi può fare festa, la Supercoppa 2020 raggiunge Salerno.

foto sito ufficiale Figh