La Jomi Salerno riparte da Thierry Vincent

È già futuro in casa Jomi Salerno. Archiviato il massimo campionato con l’amara eliminazione in semifinale scudetto, focalizzate le attenzioni sui prossimi impegni giovanili, le Finals U17 e U20 che si svolgeranno a Chieti nelle prossime settimane, il club del presidente Pisapia ha già gettato le basi per il futuro. Nuovo Direttore Tecnico della Jomi Salerno sarà il francese Thierry Vincent, tecnico di grande esperienza internazionale, che nei giorni scorsi è stato in città per conoscere da vicino il Mondo PDO.

E’ con vero piacere – ha sottolineato – che raccolgo l’ambiziosa sfida della Jomi, un club che mi affascina e che per il livello di organizzazione che ho potuto verificare di persona, onestamente mi ha stupito. All’estero si ha una percezione sbagliata del livello della pallamano italiana, ma credo che questa leggenda stia pian piano scomparendo come stanno dimostrando anche gli eccellenti risultati conseguiti dalle squadre nazionali. Il mio amico Cristophe Cassan che è stato il trait d’union tra me e la Jomi mi aveva già raccontato tante belle cose a proposito del club e constatarle di persona mi ha reso ancor più entusiasta. Proseguiremo il lavoro avviato da Cassan che purtroppo, incredibilmente, non è sfociato nel risultato che tutti auspicavano, per aggiungere ancora qualche tassello e crescere sia come squadra che a livello individuale. La base è sicuramente di qualità, tante giovani interessantissime e atlete più mature che hanno ancora tanta voglia di fare. Credo che non manchi niente per provare a far bene in tutte le manifestazioni in cui saremo impegnati”.

Campione di Francia alla guida del Tolone nel 2010, due Coppe di Francia sempre alla guida del Tolone (2011 e 2012), protagonista l’anno passata di una storica promozione in massima serie alla guida del Celles sur Belle (piccolissima città francese), finalista dell’EHF Challenge Cup con il Merignac, Thierry Vincent (64 anni) ha raccolto successi anche alLa guida delle squadre nazionali della Costa d’Avorio e del Congo. Attualmente è il DT della nazionale guineana.

Dopo aver trascorso una vita da allenatore di club francesi avevo voglia di cimentarmi con una realtà nuova e tra le proposte di lavoro che ho preso in esame, quella di Salerno è stata, indubbiamente, quella che mi ha affascinato di più. L’Italia è un grande paese nello sport mondiale, nella pallamano sta risalendo la corrente dopo anni difficili e mi farebbe piacere contribuire a questa crescita lavorando bene e con qualità a Salerno in quello che è, sicuramente, il club femminile italiano più prestigioso”.

Ad accompagnare il nuovo DT della PDO Salerno è stato, in questi giorni, il presidente Mario Pisapia coadiuvato da Cristophe Cassan.

Grazie alla presenza, in questi mesi a Salerno, di Cristophe Cassan si è aperto un mondo che in tanti anni di pallamano non avevamo ancora avuto l’opportunità di esplorare. Dispiace, indubbiamente, per l’esito della stagione, credo che per la qualità del lavoro svolto in questo breve periodo dal coach e dalle ragazze meritavamo di approdare quantomeno in finale, ma accettiamo il verdetto del campo con sportività. Il Brixen ha meritato, non ha mai mollato, ed ha raccolto con merito il pass peer l’ultimo atto della stagione. Noi impariamo dalla sconfitta, ci prepariamo alle Finals U17 e U20, e intanto già gettiamo le basi per il futuro che è già cominciato con la presenza a Salerno di Thierry Vincent e la nuova programmazione”.

 

Carrello