LA JOMI SI PREPARA PER LA SFIDA DI MESTRINO

Smaltite le festività pasquali, la Jomi ha ripreso di buona lena la preparazione in vista della trasferta in programma sabato a Mestrino. Centrata con largo anticipo la Finale Scudetto, la quinta consecutiva, assicuratasi la prima posizione nella Poule e, di conseguenza, l’opportunità di giocare alla Palumbo l’eventuale “bella”, la squadra salernitana affronterà le rimanenti due gare di post season, sabato a Mestrino e successivamente alla Palumbo contro il Conversano, al top della concentrazione. “Non facciamo nessun calcolo – ammonisce il d.s. Lino Loria – per quanto ci attendano due sfide ininfluenti per la nostra classifica, affronteremo le restanti due gare prima della Finale Scudetto con la solita concentrazione. Non possiamo permetterci in questa fase – aggiunge il dirigente salernitano – pericolosi cali di tensione che poi potremmo pagare a carissimo prezzo in Finale. La storia dice che una squadra che molla con largo anticipo fa poi molta fatica a riavviare il nastro, a ripartire. Giunti a questo punto della stagione, nell’imminenza della Finale Scudetto, è un lusso che questo gruppo non può concedersi”. Storicamente la trasferta di Mestrino non è mai stata particolarmente agevole per la Jomi che l’anno passato, in semifinale scudetto, ci rimise le penne dovendo poi far ricorso alla gara di bella per centrare la Finale. “Loro sono sempre particolarmente motivate – aggiunge Loria – sul loro campo poi sono in grado di battere tutti come ha dimostrato il confronto diretto con il Conversano. Ci attende una partita durissima anche perchè, immagino, il Mestrino avrà motivazioni a mille visto che ha ancora molte possibilità di centrare la Finale. Di questo ne siamo consapevoli e per questo ci stiamo preparando al meglio”. Alla ripresa della preparazione il tecnico Nasta ha ritrovato un gruppo pronto allo sprint finale, motivato e pronto alle prossime battaglie. Nota lieta il rientro, in pianta stabile nel gruppo, anche della giovanissima Assunta Lamberti che, reduce da un serio infortunio al ginocchio, ha ripreso a tempo di record volendo dare il suo personale apporto alla causa nella fase decisiva della stagione.

 

 

Carrello