PA150049 optVittoria doveva essere e vittoria è stata. La Jomi Salerno ha fatto sua l’intera posta in palio contro l’Alì Mestrino nel match valido per la terza giornata del campionato di A1 femminile. Il 35-16 in favore delle campane testimonia la superiorità delle ragazze di Cardaci scese in campo fin dall’inizio con il piglio della grande squadra. La Jomi Salerno sale così a 9 punti in classifica conquistando la terza vittoria in altrettante partite, prossimo appuntamento in Sardegna, in casa del Nuoro.

LA PARTITA

Parte subito forte la Jomi che nel giro di pochissimi minuti è già avanti 4-1. L’Alì Mestrino fatica contro la difesa ferrea delle padrone di casa ma è brava a non mollare ricucendo fino al -2 al minuto 8. Tra le giocatrici maggiormente ispirate tra le fila casalinghe c’è Sule Gomez che colleziona diverse reti nei primi 15 minuti (saranno 8 al termine per lei). Le ragazze di Cardaci spingono sull’acceleratore non lasciando respirare le ospiti, prima Landri e poi Coppola aumentano il gap nel punteggio che dice 10-5 in favore delle padrone di casa al 20’. Per le venete buona prestazione di Nichifor e Stefanelli che ci provano fin dall’inizio a scardinare la difesa di casa senza però riuscirci più di tanto. La Jomi Salerno continua a macinare gioco volando sul +7 (15-8) e poi sul +9 (17-8), quest’ultimo il punteggio con cui si chiude la prima frazione: la superiorità di Napoletano&compagne è netta nei primi 30 minuti.
La seconda frazione si apre e continua sulla stessa linea d’onda della prima, la Jomi Salerno non sembra voler rallentare il ritmo e punta a chiudere la pratica quanto prima. L’Alì Mestrino scende in campo con un piglio migliore dal punto di vista mentale e fisico ma la Jomi questa sera non fa sconti: +10 dopo pochi minuti dall’inizio del secondo tempo (19-9). Cardaci manda in campo tante giovani come Lamberti, Lauretti e Biraglia che danno ottime risposte al coach siciliano, dall’altro lato Nichifor e Francesca Cazzola sono le ultime a mollare ma l’attacco ospite si blocca a più riprese contro la difesa attenta ed organizzata delle padrone di casa. Biraglia realizza la rete del 30-12 a giochi già chiusi che diventa 35-16 al termine dell’incontro. La Jomi vince dopo una prestazione convincente e spazza via le incertezze delle prime due uscite.