NASTA NON SI FIDA: “OCCHIO AL CASSANO…”

“Guai a sottovalutare il Cassano, spero che lo spavento preso in occasione del debutto in campionato contro il Teramo, sia servito a qualche cosa”. Coach Nasta non si fida della matricola lombarda e per questo ha tenuto alto il livello di tensione nel gruppo. Partita alla volta del centro del varesotto, noto per gli scudetti in serie vinti proprio nella pallamano e per aver dato i natali a Bossi, la Jomi Salerno sa bene che ad attenderla ci sarà una squadra particolarmente determinata. “Poi – aggiunge il coach – è naturale che contro di noi tutte raddoppino le forze. Proprio per questa ragione ha invitato la squadra a tenere alta la concentrazione; spero di poter vedere nuovamente all’opera la squadra che ha fatto benissimo in Coppa delle Coppe. Quella è stata davvero una squadra perfetta”. Mentalità identica, squadra differente rispetto al doppio impegno con le elvetiche. Non sarà della partita la mancina Ettaqi, costretta a mordere il freno per il riacutizzarsi di alcuni problemi fisici. “Una perdita importante – aggiunge – perchè Rafika è una giocatrice con caratteristiche uniche nel roster. Ha fantasia e qualità, in difesa conosce alla perfezione i movimenti, non sarà semplice avvicendarla ma il gruppo è ampio e le soluzioni non mi mancano”. In compenso il tecnico Campione d’Italia potrà contare, dal primo minuto, sulla russa Vjniukova che sta progressivamente trovando la condizione migliore. In Coppa delle Coppe l’ex del Rostov è stata tra le più positive, ora occorrerà confermare quei segnali di crescita anche in campionato. “Natalia sta crescendo, sta trovando la condizione giusta. Ci aspettiamo molto da lei, ha grande forza e dalla distanza può far male a qualsiasi avversario”. Nel gruppo anche Prunster e Diome rientrate dallo stage azzurro, con loro anche la giovane Lauretti reduce da una positiva esperienza con la Nazionale Under 18.

 

 

Carrello